Informazioni personali

La mia foto
Fino al giorno in cui mi minacciarono di non lasciarmi più leggere, non seppi di amare la lettura: si ama, forse, il proprio respiro? -H.Lee-

venerdì 30 novembre 2012

Gens Arcana - Cecilia Randall

Trama:
Firenze, 1478. Valiano de' Nieri è discendente di una delle più antiche e nobili famiglie italiane di Arcani. Essere Arcano significa poter invocare la quinta essentia, il quinto elemento di Natura capace di combinarsi con gli altri quattro - Aria, Acqua, Terra e Fuoco - e di governarli. Il potere arcano è immenso e può determinare le sorti dell'umanità intera: per questo si tramanda solo attraverso il lignaggio del sangue e va protetto e tenuto segreto. Ma Valiano ha rifiutato i suoi poteri e la sua "predestinazione", è fuggito e cerca di vivere normalmente lavorando come apprendista liutaio. Quando però suo padre Bonconte muore in circostanze misteriose e il suo amato fratello Angelo viene rapito, Valiano capisce di non potersi più sottrarre al proprio destino: il machiavellico cugino Folco de' Nieri sta scalando il potere all'interno della famiglia e, pur di realizzare la sua ambizione, è pronto a sfruttare una conoscenza proibita - e Valiano deve fermarlo. Sullo sfondo della magnifica Firenze di Lorenzo de' Medici, le gesta arcane si mescolano a quelle della congiura dei Pazzi in un vortice a cui nulla e nessuno potrà sottrarsi...


Il libro mi è stato consigliato da un amico a cui è piaciuto tantissimo, me l'aveva descritto molto bene e l'autrice è italiana. A questa notizia diventai scettica per il semplice fatto che ho avuto un'amara delusione con "La ragazza drago" di Licia Troisi. Mi informai su internet riguardo "Gens arcana" e molte recensioni erano positive così mi convinsi e lo acquistai. Devo dire che la scrittrice ha un talento particolare nel descrivere i luoghi di Firenze (una delle città più belle del mondo, secondo me), è come se fosse lì davanti e mentre osserva i luoghi li descrive direttamente nel libro. Non solo, ha riportato anche gli usi e i costumi di quella Firenze, usando nomi specifici. E' questo è stato un fattore molto interessante e molto positivo secondo me. Ma.. e sì c'è un ma.. la storia procede lenta, moolto lenta! Non dirò che sia stata noiosa o banale ma la descrizione dei luoghi, dei viaggi nella storia ha una parte predominante lasciando in una luce soffusa l'intreccio delle vite dei personaggi. Un finale meraviglioso e una suspanse da lasciare quasi incollati al libro.
Consigliato!
Prezzo: 11.50€
Pagine: 622
Edizione: Oscar Mondadori

Nessun commento:

Posta un commento