Informazioni personali

La mia foto
Tu lettore fremi di vita e orgoglio e amore. W. Whitman

sabato 16 febbraio 2013

Noi siamo infinito. Ragazzo da parete - Stephen Chbosky

Trama: 
Fra un tema su Kerouac e uno sul "Giovane Holden", tra una citazione da "L'attimo fuggente" e una canzone degli Smiths, scorrono i giorni di un adolescente per niente ordinario. L'ingresso nelle scuole superiori lo lancia in un vortice di prime volte: la prima festa, la prima rissa, il primo amore - per la bellissima ragazza con gli occhi verdi che quando lo guarda fa tremare il mondo. Il primo bacio, e lei gli dice: per te sono troppo grande, però possiamo essere amici. Per compensare, Charlie trova una che non gli piace e parla troppo: a sedici anni fa il primo sesso, e non sa neanche perché. Allora lui, più portato alla riflessione che all'azione, affida emozioni, trasgressioni e turbamenti a una lunga serie di lettere indirizzate a un amico, al quale racconta ciò che vive, che sente, che ha intorno. Dotato di un'innata gentilezza d'animo e di un dono speciale per la poesia, il ragazzo è il confidente perfetto di tutti, quello che non dimentica mai un compleanno, quello che non tradisce mai e poi mai un segreto. Peccato che quello più grande, fosco e lontano, sia nascosto proprio dentro di lui.

Questo è un romanzo epistolare, diviso in parti (4 + l'epilogo) e scritto in prima persona. 
Il nostro protagonista è Charlie un adolescente che scrive lettere a qualcuno, (nel libro non viene mai specificato il nome del destinatario delle lettere che viene chiamato "caro amico") elettrizzato dal fatto di iniziare il primo anno di liceo con le paure e le speranze che hanno caratterizzato e forgiato qualsiasi adolescente. E' un ragazzino intelligente e sensibile e, nonostante non riesca a trovarsi degli amici all'inizio del periodo scolastico, entra in rapporti con Sam e Patrick, frequentanti l'ultimo anno di liceo, più grandi di Charlie per età ma decisamente simpatici, disponibili e..."pazzi". Sam e Patrick sono sorellastra e fratellastro, dei ragazzi fuori dal comune, aperti e liberi, senza pregiudizi nei confronti dei loro compagni, forti caratterialmente. Charlie entra subito in sintonia con loro ma, essendo più piccolo, trovandosi in determinate situazioni  si sente un po' a disagio e/o fuori posto.  Le lettere che Charlie scrive, sono impregnate dei sentimenti, delle avventure, delle prime volte per ogni cosa che un adolescente può fare; delle prime volte positive e negative, emozionanti e struggenti, delle giornate passate con gli amici e/o con la famiglia. 

Il personaggio che mi è piaciuto di più è stata Sam, perché è solare, disponibile, simpatica, paziente anche se a fine libro fa qualcosa che mi lascia decisamente l'amaro in bocca. Stessa cosa vale per Patrick: anche lui mi è piaciuto moltissimo per la sua infinita dolcezza. Charlie non mi è piaciuto tanto nonostante sia entrata in perfetta sintonia con lui e questo mi ha un po' spiazzata. Nonostante i suoi 14 anni (lasciando da parte i traumi avuti da piccolo), per prendere alcune iniziative sembra essere il ragazzo più sicuro e sveglio del mondo, se invece si trova in situazioni più "normali" sembra essere sceso da Marte, il che mi ha fatta innervosire durante il corso della lettura. Allo stesso tempo l'ho trovato sensibile, profondo e leale. (credo sia colpa sua se non ho apprezzato a pieno il libro, proprio perché nonostante la mia sintonia con lui non l'ho proprio sopportato!)
Per quanto riguarda la storia in sé, devo dire che mi aspettavo qualcosa di più reale o comunque di più morbido rispetto alle avventure che si trovano ad affrontare i personaggi del libro, un po' troppo esagerate forse. In realtà io le ho trovate esagerate ma è possibile che qualcuno le abbia affrontate. 
Mi sento di consigliare questo libro a un pubblico adolescenziale che sicuramente lo sentirà più vicino per via delle emozioni che si trova ad affrontare. Non so se un pubblico più adulto possa apprezzarlo; non che io lo disprezzi,  ma non saprei dire con esattezza se mi è piaciuto veramente. Mi ha suscitata dei sentimenti contrastanti di amore/odio questo libro quindi mi trovo in difficoltà.

3 e mezzo/5 ; non mi ha convinta, probabilmente lo rileggerò!

Edizione: Sperling & Kupfer
Prezzo: 16,90€
Pagine:271

<<Qui e ora noi siamo vivi,
e giuro che siamo infinito.>>

6 commenti:

  1. Bellissima recensione! :D A me è piaciuto molto questo libro, però devo dire che rispetto al film è un gradino inferiore! ;) Il film te lo consiglio: se hai possibilità, guardalo in lingua perchè è veramente fatto bene! ;)
    A presto!
    PS: Anch'io ho un blog che parla di libri! Ti lascio il link: http://libri-ehr.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie *-* ! Sarà che l'ho letto in un periodo particolare, ma credo che sia tutta colpa di Charlie se non l'ho apprezzato abbastanza ahah! Ho letto che il film ha addirittura superato il libro, il che mi lascia perplessa (di solito è il contrario!) e sono davvero curiosa di vederlo. Grazie per il consiglio.
      Mi sono unita al tuo blog ;)

      Elimina
  2. Condivido con il tuo penserio, mi aspettavo qualcosa di diverso e di più coinvolgente.. forse colpa mia,non so.
    il film andrò comunque a vederlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente il film mi è piaciuto di più, cosa strana perché sono sempre i libri ad essere migliori e ti consiglio vivamente di guardarlo. Sarà forse che gli attori sono stati davvero bravissimi che mi ha portato ad apprezzare di più il film. Comunque sia, credo che questo libro lo rileggerò, magari l'ho letto in un periodo sbagliato. Hai proprio ragione: non sono stata coinvolta per niente durante il corso di tutta la lettura.
      Grazie per essere passata :)

      Elimina
  3. Ho letto parecchi pareri contrastanti su questo libro, e sono ancora indecisa se leggerlo o meno. Non ho ancora visto il film proprio perchè voglio prima leggerlo, però xD
    Alla fine mi sa che lo leggerò anch'io :) (Il discorso è un po' contorto, me ne rendo conto ^^")
    Bella recensione!

    Anna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah il discorso è un po' contorto sì :)
      Io avevo grandi aspettative che sono state deluse in parte. Se lo leggi sarò felice di sapere che ne pensi :)
      Grazie per essere passata

      Elimina