Informazioni personali

La mia foto
Tu lettore fremi di vita e orgoglio e amore. W. Whitman

giovedì 18 aprile 2013

[INFO]: Iniziativa Writing’s Home


Salve salve salve! Oggi pubblico un articolo che potrebbe interessare sia a scrittori/scrittrici che a lettori/lettrici!

Writing’s Home è un’iniziativa relativa al mondo della scrittura e della lettura, messa in piedi da due compagni di squadra di hockey su ghiaccio, Luca Zambonin e Diego Giubertoni. Hanno voluto creare un sito dove le persone possono pubblicare gratuitamente qualsiasi cosa abbiano scritto, infatti danno l’opportunità a chiunque di registrarsi su Writing’s Home e pubblicare le proprie opere in formato PDF, senza alcun tipo di censura, tranne che per quegli e-book che non rispettano i dettami della legge; tutto si può caricare! Il portale è completamente gratuito sia per gli scrittori che vogliono pubblicare i loro e-book, sia per i lettori, i quali possono scaricare libri in formato digitale senza dover sborsare un centesimo.
In un mondo editoriale confuso dalla digitalizzazione dei libri, ove molti scrittori si stanno orientando al self-publishing i creatori di Writing’s Home si augurano che in un futuro prossimo siano i lettori stessi a decidere quale libro sia ben scritto, avvincente, interessante…, quale scrittore merita di essere pubblicato, infatti la loro opinione a riguardo è che il mondo della letteratura non deve seguire esclusivamente l’andamento del mercato, in tal modo vengono pubblicati autori non all’altezza e autori che meritano di essere pubblicati non vengono presi in considerazione dalle case editrici (su Writing’s Home ci sono validissimi autori che hanno scritto romanzi e racconti che meritano di essere letti).
Il sito non è costituito solo dai molti e-book scritti da autori esordienti, vi sono, inoltre, più di 400 romanzi classici, sia in inglese che in italiano, anch’essi scaricabili liberamente.
Essendo  in continua espansione, sia in termini di visite (più di 2800 visite singole negli ultimi 30 giorni per più di 17000 pagine visitate) che di e-book caricati (ultimamente la media è superiori a un nuovo libro al giorno), i suoi creatori continuano ad apportare migliorie, come la possibilità di condividere direttamente i libri su Facebook e Twitter, la possibilità di caricare e-book direttamente dalla home page, altresì stanno lavorando per scoprire nuovi talenti sia italiani che stranieri, in quanto vorrebbero che il portale avesse una vocazione un po’ più internazionale, recentemente Gareth Spark, uno scrittore inglese, ha pubblicato due sue opere su Writing’s Home.
Ora non vi resta altro che andarli a trovare su www.writingshome.com per poter leggere gli oltre 500 libri caricati o caricarne di vostri.


Chiunque può registrarsi su Writing’s Home e pubblicare quello che ha scritto in formato PDF. Non esiste alcun tipo di censura, tranne che per quegli e-book che non rispettano i dettami della legge, come ad esempio diffamazione, buon costume, ordine pubblico, ecc. Per il resto tutto si può pubblicare. Ovviamente lo scrittore che deve pubblicare un e-book su Writing’s Home NON deve alcun compenso economico al sito, lo pubblica gratuitamente, così come i lettori scaricano gratuitamente i libri.
Spesso ci sentiamo chiedere “ma per il diritto d’autore?”; la risposta è banale e semplice, lo sfruttamento economico del diritto d’aure rimane in capo all’autore stesso il quale può disporre della sua opera in ogni momento, come toglierla dal nostro sito, pubblicarla con un altro editore, insomma può fare quello che vuole.
Così facendo speriamo che siano i lettori stessi a decidere quale libro sia bello e quale meno, quale scrittore merita di essere pubblicato e chi no, secondo noi il mondo della letteratura non deve seguire l’andamento del mercato, perché in questo modo vengono pubblicati autori non all’altezza (di nomi ne avrei molti ma evito di fare polemica) e autori che meritano di essere pubblicati non vengono presi in considerazione dalle case editrici (secondo me su Writing’s Home abbiamo dei validissimi autori che hanno scritto romanzi e soprattutto racconti molto interessanti). Oltre ad avere pubblicato e-book di scrittori esordienti, abbiamo anche più di 400 romanzi classici, sia in inglese che in italiano. Li possiamo pubblicare in quanto lo sfruttamento del diritto economico del diritto d’autore è decaduto, infatti tutti gli autori pubblicati sono deceduti da più di 70 anni, come prevede la legge sul diritto d’autore.
Dato che il sito è  in continua espansione, sia in termini di visite (più di 2800 visite singole negli ultimi 30 giorni per più di 17000 pagine visitate) che di e-book caricati (ultimamente la media è superiore ad uno al giorno) abbiamo deciso di introdurre qualche modifica, come la possibilità di condividere su Facebook e Twitter i contenuti di Writing’s Home, oltre ad aver creato un pulsante sulla home page col quale si possono caricare direttamente gli e-book. Altresì, in virtù del fatto che questo progetto non ci porta alcun guadagno e vogliamo migliorarlo di giorno in giorno, abbiamo dovuto intraprendere una campagna di raccolta fondi tra i nostri sostenitori per poter rifare integralmente l’aspetto grafico del sito, infatti riteniamo che con delle grafiche migliori aumenterebbero ancora di più i visitatori e di conseguenza anche i libri caricati, così da poter dare maggiore visibilità agli scrittori e un maggior numero di contenuti da scaricare ai lettori.

Cosa ne pensate? Io trovo che molte cose dette siano tristemente reali, ovvero che molti/e autori/autrici rifiutati/e dalle case editrici, per un motivo o per un altro, abbiano un ottimo potenziale rispetto ad altri/e che vengono pubblicati. Siete d'accordo?



2 commenti:

  1. Wow! Ottima iniziativa specialmente per gli scrittori che hanno difficoltà ad essere sponsorizzati da case editrici importanti! Hanno un punto di partenza perlomeno :)

    RispondiElimina