Informazioni personali

La mia foto
Tu lettore fremi di vita e orgoglio e amore. W. Whitman

venerdì 19 aprile 2013

[Recensione]: Dove finisce il buio - Tara Hudson

Salve! Oggi parlo del secondo libro di una trilogia scritta da Tara Hudson; il primo libro è Se fosse per sempre, di cui potrete trovare la mia recensione QUI

Trama: 
Abbracciarsi, tenersi per mano, baciarsi: sono gesti quotidiani che scandiscono e consolidano ogni relazione, ma per qualcuno sono un desiderio irrealizzabile. Amelia è un fantasma, un'anima inquieta rimasta legata alle acque scure del fiume in cui è affogata dieci anni prima, e non può nemmeno sfiorare il suo adorato Joshua senza che la sua evanescente figura svanisca nel nulla. Tuttavia, per coronare il suo sogno d'amore, Amelia è disposta a tutto, anche a sfidare le leggi che regolano il regno dei morti. Lei sa che un certo rituale le permetterebbe di recuperare la sua forma corporea... ma sa pure che quel rituale è così potente da mettere in grave pericolo proprio la vita di Joshua. Amelia non vuole rischiare di condannare l'uomo che ama a vagare per sempre sotto forma di spirito e sarà costretta a fare una scelta: restare con Joshua, ma senza poterlo toccare, condannandolo a vivere un'esistenza di sacrifici; oppure rinunciare a lui, per lasciarlo libero di costruirsi una nuova vita...

Il libro inizia con dei toni leggermente angoscianti; Amelia ha degli incubi, sente delle sensazioni orribili, si sente avvolta dalle tenebre. Lei e Joshua sono più uniti che mai ma qualcuno sembra volerli separare. Forze oscure, estranee e minacciose sembrano aleggiare intorno a loro ed ovviamente Amelia se ne accorge; l'unica cosa che desidera è tenere Joshua al sicuro! Che fare dunque? Restare e mettere a repentaglio la sua vita oppure andare via e convincersi che senza di lei sarà al sicuro? Mentre Amelia si interroga sul da farsi, si susseguono una serie di vicende che la porteranno a provare esperienze nuove, a conoscere "esseri" nuovi ma sopratutto subirà un drastico cambiamento che la farà soffrire e gioire!

Ho trovato i due protagonisti su due piani diversi di importanza, rispetto al primo libro: Amelia è un personaggio molto più solido rispetto al libro precedente, nel senso che la conosciamo meglio. E' più determinata, più simpatica e più sveglia. Tutto ciò che fa è al centro dell'attenzione del lettore perché è proprio lei a dominare la scena. Johua invece, per quanto dolce e carino, sembra apparire e scomparire tra le righe; prende una decisione importantissima che cambierà le cose ma a parte questo non fa nient'altro che possa essere degno di nota. Tuttavia i suoi sentimenti li sentiamo attraverso quei gesti che compie per la sua amata, nei momenti (pochissimi) in cui possono stare tranquilli insieme.
La storia è avvincente ma alcune volte perde i suoi toni; però la scrittrice riesce a tenere incollato il lettore sempre e comunque tanto che il libro si legge che è una bellezza! L'unico "lato negativo" è che non l'ho trovato originale quanto il primo. Mi spiego: a fine libro avviene "un fatto" che il lettore, più o meno a metà storia, già si immagina e il personaggio che provoca questo disastro è un tipo le cui intenzioni, sempre a metà storia, si intuiscono facilmente. Il libro termina con tanti punti interrogativi, tantissimi personaggi appariranno e scompariranno dalla scena per un motivo o per un altro, lasciando vuoti nel cuore. 
Il titolo lascia bene sperare, o almeno io credevo che sarebbe stato tutto più "tranquillo", pensavo che i protagonisti avrebbero potuto avere un attimo in più di pace e invece...
L'ambientazione è decisamente più intrigante rispetto al primo libro: luoghi reali e astratti descritti anche molto bene.

Ps: La copertina è molto bella vero?! 
                                        
Editore: Nord
Pagine: 402
Prezzo: 16,60€


                                        L'autrice:
 Tara Hudson è una scrittrice americana nata e cresciuta in Oklahoma. Laureata in giurisprudenza, ha da sempre avuto una forte passione per le storie fantasy e si è sempre divertita a raccontare storie di fantasmi alle sua amiche, durante le loro escursioni nei cimiteri. Se fosse per sempre è il suo primo romanzo e nasce proprio da uno di quei racconti. Attualmente vive in Oklahoma con il marito ed il figlio.
Tutto sommato il libro mi è piaciuto, aspetto il seguito con una certa dose d'ansia e consiglio a tutti questa trilogia.

<<Era come se l'oscurità fosse sul punto di annientarmi. Di ingoiarmi viva>>
                                                                 Amelia

Buona lettura!

2 commenti:

  1. Ciao, sono una delle amministratrice del gruppo Facebook "Book Blogger Italiani". Volevo farti i complimenti per il blog e dirti che sono diventata una tua lettrice fissa. Se vuoi, passa pure a trovarmi nel mio blog! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura per i complimenti e per essere passata :) Darò volentieri un'occhiata al tuo blog!
      Buone letture!

      Elimina