Informazioni personali

La mia foto
Tu lettore fremi di vita e orgoglio e amore. W. Whitman

domenica 13 settembre 2015

[Recensione]: Questo è tutto - Aidan Chambers


Salve cari astrolettori,
eccomi qui per parlarvi di uno dei libri più belli che abbia mai letto in tutta la mia vita.

TRAMA:
Cordelia, diciannove anni, incinta, racconta alla bambina che verrà la storia della sua adolescenza, scegliendo l'antico modello dei diari del cuscino giapponesi: episodi, poesie, pensieri, liste, tante forme diverse per raccontare le tappe più importanti della sua crescita. L'amore per Will, la scoperta del sesso, la relazione con un uomo sposato molto più grande di lei, le amicizie, le scelte di vita, tutto s'intreccia in un ritratto potente, appassionante, irritante.


Non avevo idea di chi fosse Aidan Chambers finché un giorno come un altro, mentre guardavo un video della bravissima Erika (Diary of a bibliophile) esce fuori questo nome e così mi incuriosisco e decido: devo leggere un suo libro. Il tempo passa e in libreria non metto piede per un lungo periodo: mare, amici, parenti, esami e il tempo per fare un giro in libreria diventa sempre meno finché un giorno non mi convinco ed entro in quella che è ormai da anni la mia libreria di riferimento. Faccio un giro, prendo questo e quell'altro libro, trame interessanti, prezzi esorbitanti, ultime uscite ma niente mi convince per davvero. Ma si sa, chi cerca trova. Mi reco verso un reparto che non visito spesso, ovvero la narrativa per ragazzi: ed eccolo lì, unica copia, copertina delicatissima, titolo interessante e a caratteri cubitali leggo Aidan Chambers. Lo afferro subito e leggo la trama. Me lo rigiro tra le mani, ne sento la consistenza, l'odore delle pagine e decido: lo devo comprare, deve essere mio! Torno a casa emozionatissima, quasi avessi scoperto un piccolo tesoro. Una sensazione di trepidante attesa si era impadronita di me anche se non ne conoscevo veramente il motivo. Quella sera stessa inizia la mia lettura e da quel momento mi fu impossibile staccarmi da quelle 1011 pagine..
Quando in questi ultimi tempi ho avuto vari blocchi del lettore, pensavo che non sarei mai più riuscita ad emozionarmi tanto intensamente per un libro, credevo di aver perso la passione, di essermi inaridita e di non aver più la possibilità di emozionarmi con un libro. Certo, non temevo del fatto che non avrei mai più letto un BEL libro ma di leggerne uno profondamente emozionante, sì.Lo temevo. E poi arriva questo bel mattone di 1011 pagine a farmi ricredere, a farmi piangere, ridere,sorridere ed emozionarmi.Volevo scrivere la recensione ieri, proprio a fine lettura, mentre ero infervorata da ogni tipo di emozione; ma mi ero imposta di calmarmi e ragionare a mente fredda e, nonostante le emozioni si siano leggermente placate, la mia opinione su questo libro non è certo cambiata e non credo succederà. La trama mi ha subito colpita e può sembrare banale ma vi assicuro che lo stile di Chambers vi prenderà dolcemente per mano facendovi diventare i protagonisti della storia. Cordelia è meravigliosa, non è quel tipo di "eroina" letteraria di quella che è l'odierna narrativa YA: non ha super poteri e non è invincibile, non compie gesti eroici. Cordelia è semplicemente umana e nella sua bellissima semplicità fa capire al lettore quanto sia bello desiderare di essere se stessi. Una ragazza forte e debole allo stesso tempo, fragile e indistruttibile. Tutto ciò può sembrare assurdo ma, hey, siamo o non siamo così? La bellezza dell'essere umano è proprio questa: l'essere il tutto e il niente nello stesso tempo, provare il tutto e il niente. Cordelia puoi essere tu che stai leggendo, sì proprio tu, può essere tua sorella o tua madre o la tua migliore amica. Non ho mai, e dico mai, conosciuto una protagonista così VERA. Per non parlare di Will e mi sento di fare una confessione: non so se sono l'unica lettrice ad avere questa fissazione o questa ricorrenza ma quando in un libro trovo un personaggio maschile che si chiama Will io, irrimediabilmente, me ne innamoro. E di fatto, William Blacklin è uno dei personaggi maschili letterari più belli che abbia mai incontrato. Ma ovviamente questo libro non parla solo di loro due e sì, certo, è incentrato su loro due e sul loro amore ma non avete idea di quanti personaggi stravaganti e non sono presenti in questo libro, tutti (e sottolineo TUTTI) perfettamente delineati, tanto da sembrare vivi. Oltretutto Will e Cordelia sono diversi tra loro,profondamente non solo come persone ma anche nelle passioni ed amo quando la diversità non diventa un ostacolo ma un motivo in più per arricchire se stessi e coloro che ci circondano. Sono oltretutto due amanti della musica e sarà lei a legarli sin da subito: questa parte del libro mi ha fatta emozionare forse perché l'ho presa sul personale, amando profondamente la musica e rammaricandomi per averla abbandonata. Ma questa è un'altra storia..

<< Ad ogni modo, non mi piacciono le storie che vanno avanti per pagine e pagine nello stesso modo, senza variazioni,senza mutamenti di ritmo,di idee, di musica, senza pause per poter riprendere fiato, quello mentale e quello emotivo. Mi piacciono le storie che sono come il tempo e il paesaggio inglese [...] un posto dove niente rimane uguale a lungo o è mai troppo se stesso >>.

Questo libro è vivo, pulsa di vivide emozioni che tu, lettore non puoi non provare, a meno che tu non abbia una lastra di pietra tombale al posto del cuore! Amore, gioia, attesa, passione, paura,dolore sono solo alcune delle innumerevoli emozioni che può regalarti questo libro..
Sono ben consapevole che il target a cui è indirizzato questo piccolo capolavoro è più basso rispetto al mio, in fondo parliamo di un libro per adolescenti, ma se posso dire la verità non mi sono sentita "tagliata fuori" dalla storia e non perché sono adolescente dentro ma perché alcune di queste emozioni si potrebbero provare anche a 105 anni! Insomma, si può mai non provare amore? O paura? Io non credo e perciò a mio modesto parere questo libro può essere letto anche a 99+ anni e sentirsi ugualmente travolti da un TIR di emozioni! Per gli adolescenti può essere considerata una sorta di "Guida ai giovani sentimenti"(piuttosto che una "Guida alle giovani marmotte") poiché questo libro non fa sentire "soli" e/o diversi da tutti, due tipi di sentimenti che nel periodo degli "ormoni impazziti" sono frequenti in tutti, più o meno. Ed è anche per questo motivo che consiglio questo libro soprattutto al target al quale è indirizzato: io avrei voluto leggerlo quando avevo 15 o 16 anni. Avrei imparato moltissime cose, a sentirmi meno sola e meno diversa. Perché questo libro insegna che la diversità è fondamentale e bella, bisognerebbe soltanto essere un pochino intelligenti per circondarci delle persone "giuste" per noi. Non lo fa ovviamente in una maniera qualunquista e questo libro non vuole essere pretenzioso: si presenta per ciò che è e la sua straordinaria bellezza è evidente agli occhi del lettore. Non solo la storia è bella e scritta bene ma tantissime sono le citazioni di vari scrittori o scrittrici europei e occidentali, dunque preparate blocco degli appunti e matita perché, personalmente, ho allungato di un po' la mia WL.
Ho deciso che comprerò i libri di A.C. anche a scatola chiusa, non potrei non fidarmi della sua scrittura e dei suoi personaggi.
Che dirvi, spero che questa recensione vi abbia quanto meno incuriosito e se avete letto il libro fatemi sapere che ne pensate. Non ho voluto rivelarvi molto perché questo libro deve essere gustato dal lettore e vissuto pagina dopo pagina.. E non fatevi spaventare dalla mole, questo libro scorre meravigliosamente bene.
Unica pecca la rivolgo all'editing del libro: in realtà come formato è perfetto perché nonostante le 1011 pagine si apre che è una bellezza e su questo no problem ma la protagonista cambia nome tre volte: nella quarta di copertina viene chiamata Cordella (!), nel frontespizio Cornelia e per tutto il romanzo Cordelia che,insomma, è il suo vero nome.

INFO:
CE: Bur
PREZZO: 14,00€ (li vale tutti!)
PAGINE: 1011
L'AUTORE:
È uno dei più importanti scrittori per giovani adulti al mondo. Ha vinto il premio Andersen internazionale nel 2002 e ha ottenuto la Carnegie Medal nel 1999 per Cartoline della terra di nessuno battendo Harry Potter. In Italia i suoi romanzi sono pubblicati da Rizzoli.

Avete letto altro di questo autore? Se sì, che cosa mi consigliate? 

Buone letture!









Nessun commento:

Posta un commento