Informazioni personali

La mia foto
Fino al giorno in cui mi minacciarono di non lasciarmi più leggere, non seppi di amare la lettura: si ama, forse, il proprio respiro? -H.Lee-

martedì 1 novembre 2016

[Recensione]: Paper Girls vol.1 - B.C. Vaughan; C. Chiang

Ciao a tutti astrolettori! Oggi vi parlo di una perfetta lettura per la notte più macabra dell'anno.

Trama:
Nelle prime ore dopo l'Halloween del 1988, quattro dodicenni che consegnano i giornali in bicicletta scoprono la storia più importante di tutti i tempi. Dramma suburbano e misteri soprannaturali collidono in questa serie sulla nostalgia, i primi lavoretti e gli ultimi giorni dell'infanzia.

Prendiamoci qualche secondo per ammirare la copertina.
Bene.
Ora possiamo andare avanti con la recensione.

La storia di questo fumetto si svolge tra la notte di Halloween e Ogni Santi a Stony Stream, in Ohio, nel 1988. Un gruppo di quattro adolescenti capeggiato da Mac e composto da KJ, Tiffany e successivamente Erin, si riunisce in questa oscura notte per svolgere il loro lavoro: consegnare i giornali (da qui il titolo). Quella che doveva essere una notte passata senza troppi intoppi si trasforma nella più terrificante realtà. Le ragazze si ritrovano davanti agli occhi uno scenario impossibile: è giunta l'Apocalisse. Gli adulti scompaiono, il cielo è squarciato da fulmini enormi ed è occupato da creature spaventose. Non solo, quelli che sembrano essere dei normali ragazzi che aggrediscono il gruppo delle nostre cazzute protagoniste, si rivelano essere l'opposto di ciò che sembrano, esseri non umani. 
Questo fumetto è stato paragonato alla serie tv Stranger Things, realizzata da Netlix, nonché una delle migliori serie tv di sempre, a mio parere. Ed infetti ricalca molto lo stile della serie, sia dal punto di vista del rapporto che hanno queste quattro ragazze, sia dal punto di vista soprannaturale. È un fumetto ricco di eventi e creature paranormali, di eventi così assurdi da tenere il lettore incollato alle pagine lasciandolo più volte a bocca aperta. 
Ho amato queste quattro ragazze perché sono cazzute, coraggiose, impavide e senza troppi peli sulla lingua. Finalmente possiamo leggere e scoprire protagoniste femminili con un carattere forte, non hanno certo bisogno di essere difese e/o protette; anzi, chiunque si trovi sulla loro strada, soprattutto su quella di Mac, farebbe bene a girare dall'altra parte.
L'elemento che mi ha mandata su di giri è stata l'ambientazione: ci troviamo per l'appunto a fine anni '80 inizi anni '90; un periodo storico che amo parecchio essendo il "mio" periodo storico e rivedere determinati oggetti o semplicemente il modo di vestire dell'epoca mi ha entusiasmata da morire. Inoltre non è soltato un semplice raccontino questo ma il fumetto si affaccia su problematiche dell'epoca che sono assolutamente contemporanee ai giorni nostri: genitori assenti, alcool.armi, disperazione e soprattutto una fortissima critica ai videogiochi. Ampliando possiamo parlare quindi degli smartphone, dei PC e così via. Quanto tempo perdiamo dietro a questi oggetti non godendoci la vita?
Il finale mi ha lasciata letteralmente a bocca aperta poiché è assolutamente inaspettato.Ovviamente è un finale aperto e la curiosità di sapere come continuerà questa storia mi sta mangiando dentro.

Cos'altro avete bisogno di sapere su questo fumetto. È stupendo, correte in libreria o in fumetteria e non ve ne pentirete.

Ringrazio infinitamente la casa editrice per avermi dato la possibilità di leggere questo volume.

INFO:
Prezzo: 18,00€

CasaEditrice: Bao Publishing
Pagine: 144

L'AUTORE:
Brian K. Vaughan è uno scrittore americano di fumetti e serie televisive. Nonostante abbia iniziato a scrivere per personaggi DC Comics e Marvel come X-Men e Batman, è famoso soprattutto per le sue opere originali, tra cui vanno ricordate Y: L’ultimo uomo, Ex Machina, Runaways e L’orgoglio di Baghdad, per le quali ha vinto quattro premi Eisner. Per la televisione, ha fatto parte del team creativo della serie Lost, per la quale è stato nominato per il premio Writers Guild of America per migliore serie drammatica. Saga, insieme alla co-creatrice Fiona Staples, è il suo primo lavoro creator-owned.

Buone letture!

Nessun commento:

Posta un commento