Informazioni personali

La mia foto
Fino al giorno in cui mi minacciarono di non lasciarmi più leggere, non seppi di amare la lettura: si ama, forse, il proprio respiro? -H.Lee-

sabato 7 ottobre 2017

[Recensione]: E buonanotte. Storia del ragazzo senza sonno - Daniele Doesn't Matter

Ciao astrolettori e benvenuti su Il pianeta del libro. Oggi vi parlo di un libro che mi ha piacevolmente sorpresa.
Trama:
Questa è la storia di un ragazzo che non voleva dormire. Perché certo il sonno è il periodo di riposo che sospende la coscienza ed è indispensabile per il ripristino dell'efficienza fisica e psichica. Ma nell'arco di una vita, viviamo una media di 29.200 giorni. Se da questo numero sottraiamo le ore passate a dormire, in una vita media di 80 anni, ne viviamo appena 53! Capite quanto tempo perdiamo? È questo il pensiero che tormenta Luca Ramelli, un'ossessione che lo conduce a realizzare il suo più grande desiderio: smettere di dormire. Per vivere pienamente quei 27 anni in più. Per avere tempo da dedicare all'amore, al sesso, agli amici, alla famiglia, alla sete di libertà, alla voglia di sapere e a quella di divertirsi. Parte così un romanzo allegro, che alla consueta vena comica di Daniele Doesn't Matter aggiunge dosi di fantastico e di avventuroso. Con l'aiuto di Gorislav, un amico russo, Luca riesce a trovare il modo di vincere la stanchezza e di cancellare definitivamente il bisogno di dormire. La sua perenne veglia ha un effetto collaterale inaspettato. Luca diventa dipendente dalla sete di sapere. Con una capacità di concentrazione ai confini della realtà, comincia a vivere in un mondo fatto di lettura, film, serie tv e saccenza. Un libro non gli basta. Divora intere biblioteche. Anche quella del Politecnico di Milano. Ne deve leggere almeno cinque contemporaneamente guardando tutte le serie in tv e sul suo smartphone. Diventa un Supereroe della lettura e della visione delle serie tv, un Supereroe del multitasking. Nessuno è in grado di rimanere al suo passo. La sua intelligenza cresce parallelamente alla sua emarginazione. Emarginazione che arriverà a un punto di rottura in cui lo stesso Luca si ritroverà ad avere il bisogno inverso a quello iniziale: tornare a dormire per recuperare amore, amicizia e famiglia.

Daniele Doesn't Matter è uno Youtuber famosissimo, che conta più di 1 milione di iscritti ed io lo seguo da molto tempo; ormai si sa, quando vediamo nelle nostre amate librerie un libro scritto da uno Youtuber spesso arricciamo il naso, quasi infastiditi nel vedere certi testi, come se fossero puzzolenti o blasfemi per la nostra natura di "lettori forti". Eppure, io credo che il libro di Daniele sia una voce "fuori dal coro", considerato che questo libro non parla di lui come persona ma risulta essere un piacevolissimo romanzo.

L'idea che dormire sia una perdita di tempo mi è sempre stata congeniale: amo fare tantissime cose ed è ovvio che dormire ruba tempo allo studio, alla lettura, alla visione dei film e delle serie tv, al viaggiare e vedere posti bellissimi! Magari sono strana io e spesso mi addormento come una pera cotta appena mi infilo sotto le coperte, tuttavia spesso mi impongo di non farlo per mandare avanti le cose che amo e ingurgito quantità industriali di tè e caffè per evitare di cadere tra le braccia di Morfeo (considerando che dopo una settimana divento isterica, ma questi sono altri dettagli). Luca, il protagonista del nostro romanzo, è un ragazzo di 27 anni che sembra essere annoiato da tutto ciò che lo circonda: è saccente, egocentrico, ironico e, lo confesso, sin dalle prime pagine mi è risultato insopportabile. Credo che questo personaggio sia stato creato appositamente per dare fastidio al lettore (e non in senso negativo) ed effettivamente subisce un cambiamento positivo verso la fine del libro, tuttavia sono dell'idea che Luca si sia creato una sorta di corazza interiore per proteggersi dai dolori del passato causati dall'assenza di una delle figure più importanti nella vita di ognuno di noi. Comunque sia, Luca si ritrova a passare le vacanze nella casa a mare di suo padre e della compagna di quest'ultimo, in quanto i suoi genitori hanno divorziato da tempo. Il rapporto di Luca con suo padre e la compagna è conflittuale, ma in un giorno di festa, insieme alla sua cara amica Roberta, entrerà in un tendone dove una ragazza russa predice il futuro. Da qui la vita di Luca cambierà radicalmente poiché scoprirà il modo di non dormire più. Ma questo suo grande sogno, varrà tutti i sacrifici che richiede?

Questo libro mi è piaciuto non solo per l'idea in sé ma anche per il messaggio che vuole mandare: certo, sarebbe figo poter leggere più di un libro contemporaneamente e non confondersi, e nel mentre guardare un documentario o un film. Infatti, la "droga" che Luca assume per non dormire aumenta le sua facoltà cognitive. In pochissimo tempo divora, letteralmente, un numero spropositato di libri. Magnifico! O forse no? Luca si rende conto di star diventando caratterialmente una persona impossibile e lentamente si accorge di stare allontanando le persone che ama. La conoscenza (e la sua insopportabile arroganza) vale la perdita di chi realmente ti vuole bene? Luca comincia a disperare e tra rocambolesche vicende, caratterizzate anche dal dolcissimo Gorislav, un ragazzone russo di una tenerezza disarmante, cercherà in ogni dove il modo per guarire. Ed in realtà per tornare a dormire ci vuole un metodo così semplice da sembrare quasi inverosimile.
I personaggi di questo libro li ho percepiti come reali; sono ricchi di pregi e di difetti, non sono personaggi lontani dalla realtà con manie di eroismo. Sono semplici persone comuni e il fatto che mi abbiano suscitato emozioni contrastanti la dice lunga: sono dei personaggi con determinate caratteristiche anche se non tutti emergono limpidamente dalle pagine. Luca, come ho già detto, è semplicemente insopportabile; non è da meno suo padre, mentre ho apprezzato molto Samuele e Gorislav. Un personaggio che mi è sembrato assolutamente piatto è Roberta; è come se fosse stata messa lì quasi per caso, non ha una grande caratterizzazione, o almeno io non ho percepito l'importanza di questa ragazza a differenza di Giorgia, personaggio di poche battute ma che è impossibile non odiare. Un'altra caratteristica del libro che mi è piaciuta molto è stata l'idea delle storie nella storia: non vi dico perché ma a un certo punto del libro alcuni personaggi raccontano delle storie che ci aiutano a capire meglio anche il loro vissuto e il loro modo di essere.
Detto questo vi consiglio questo libro perché l'ho trovato molto intrigante, la lettura è piacevole e scorrevole ed anche se vi troverete a morire dalla voglia di poter avere la possibilità di leggere ogni libro stampato sulla Terra, vi renderete conto che, sotto sotto, non ne vale poi tanto la pena.

Ho letto questo libro grazie a una collaborazione con la mia libreria di fiducia: Daniele avrebbe dovuto presentare il libro ed io avrei coordinato la presentazione ma purtroppo a causa di problemi logistici, l'incontro è saltato. Spero che Daniele possa tornare presto e voglio condividere con voi la locandina dell'incontro: per me, anche solo essere stata ritenuta adatta a presentare un libro, mi ha emozionata tantissimo.
Non è bellissima?
INFO:
Prezzo: 17,00€
Casa editrice: Mondadori
Pagine: 180

L'AUTORE:





Daniele Doesn't Matter (al secolo Daniele Selvitella) è un pioniere del web italiano. Dopo la laurea in Scienze del Design, ha creato un canale su YouTube divenendo uno dei protagonisti della nuova generazione di storyteller. Questo è il suo primo romanzo.








Buone letture!

7 commenti:

  1. Parto sempre piuttosto prevenuta quando si tratta di libri scritti da youtuber.
    Il caso di Daniele, però, potrebbe avvicinarsi a quello di Claudio Di Biagio -aspetto, nell'eventualità, decisamente positivo.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io parto prevenuta, ma questo è si è rivelato una sorpresa. Mi incuriosisce molto quello di Claudio di Biagio :)

      Elimina
  2. Ciao Piera! Ho apprezzato tantissimo la tua recensione e ti ringrazio per lo spazio che mi hai dedicato!
    Sono contento che il libro ti sia piaciuto e sono dispiaciuto di non averti potuto conoscere di persona. Spero, anch'io, di poter recuperare o avere modo di incontrarti.
    Ho apprezzato tantissimo la tua visione di Luca. Amo quando leggo di persone che trovano il mio protagonista "insopportabile", come amo le persone che lo trovano "adorabile". Il mio intento era proprio quello di creare un personaggio contrastante, in grado si suscitare emozioni diverse in base al tipo di lettore.
    Grazie di cuore e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che ti sia piaciuta la mia recensione. Spero davvero di poterti incontrare presto, mi devi un gianduiotto 😂
      A presto!

      Elimina
  3. Daniele è troppo simpatico e ti sto tipo invidiando tantissimo anche perché ti ha scritto qui sopra ahahhaha
    Prenderò sicuramente il suo libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è stato super gentile a leggere la recensione e a commentare! Quando lo leggerai sarà curiosa di sapere che ne pensi :)

      Elimina
  4. buon giorno, può essere letto da una ragazzina di 10 anni?

    RispondiElimina