Informazioni personali

La mia foto
Fino al giorno in cui mi minacciarono di non lasciarmi più leggere, non seppi di amare la lettura: si ama, forse, il proprio respiro? -H.Lee-

venerdì 20 ottobre 2017

[Recensione]: Viktoria - La principessa che amava i film horror - Claire e Malù

Ciao astrolettori e benvenuti su Il pianeta del libro. Oggi vi parlo di tre fumetti estremamente diversi fra di loro ma che personalmente ho adorato per tanti diversi motivi.

Viktoria è un'adolescente borghese, una sognatrice dai capelli arancioni, costretta a trasferirsi in campagna con suo padre e suo fratello gravemente malato; l'intera famiglia abbandona gli agi per consentire all'infermo di trovare sollievo, se non una cura, nella "buona aria di campagna". Viktoria non ce la fa a stare chiusa in casa, è una ragazza stravagante (per l'epoca), bellissima e coraggiosa e sente l'esigenza di esplorare e avventurarsi nella foresta ed è qui che incontra un'altra ragazza molto diversa da lei. In sole 109 pagine non solo la Cardinali è riuscita a fare di ogni pagina un capolavoro visivo ma ha creato una storia bellissima, incentrata sull'odio, quello cieco e violento, sull'amicizia, quella più pura e sincera e sull'inseguire sempre la propria natura. Sì, perché Viktoria non vuole sottostare ai dettami dell'epoca, non vuole essere "la brava figlia di casa" ma vuole vivere ogni giorno un'avventura diversa: nelle varie vignette vedremo i suoi pensieri e i suoi sogni prendere forma e come lei ci incanteremo per le piccole cose, trasformandole in avventure sempre più belle. Insomma lei ha il coraggio di essere chi è senza mai abbassare la testa alle convenzioni dell'epoca ma rimanendo fedele a se stessa. Il finale è uno dei più belli che finora io abbia trovato in un fumetto: l'ignoranza genera odio e l'odio genera violenza. Non voglio dirvi molto se non di leggere questo piccolo capolavoro, è una meraviglia per gli occhi e il cuore.
Questo fumetto fa parte della collana Tipitondi interamente dedicata ai giovani lettori; onestamente lo consiglierei anche a lettori più grandi, certi temi non hanno età!


La principessa che amava i film horror (De Santa, Mocci e Grigoli) è un altro piccolo gioiellino targato Tipitondi; in questo volume sono raccolte diverse brevi storie che hanno protagoniste stravaganti e diverse tra loro. Nonostante ci siano le classiche principesse bisognose d'aiuto, ce ne sono altre che inseguono fra le nuvole i loro sogni, altre che sono battagliere e competitive con i loro pretendenti, altre che non amano i ragazzi "convenzionali". Tutte queste storie sono legate da un unico filo rosso che termina in una storia dolcissima. Ho adorato questo fumetto perché ogni ragazzina può immedesimarsi in una delle protagoniste: sono così diverse fra loro che è impossibile non ritrovarsi fra una vignetta e l'altra o ispirarsi a quelle che sono, nel bene o nel male, delle eroine. Sono diverse storie con protagoniste buffe ma sicuramente forti, donne impavide o troppo timide, coraggiose o fifone, sognatrici o materialiste. Ma la chicca che mi ha mandata in brodo di giuggiole è un appendice finale per imparare a disegnare un drago. Io, se avessi una figlia o una nipote, questo fumetto glielo regalerei a occhi chiusi.


Claire e Malù - Tauro; Karicola.



Ultimo ma non ultimo è Claire e Malù un fumetto per i più piccoli. La protagonista è la nostra Claire, una buffa bambina bionda che abita con sua madre e la cagnolina Malù. Un mese prima del compleanno, Claire inizia a buttare giù le idee per quella che sarà una mega festa. In realtà questo fumetto è un dolcissimo inno all'amicizia, quella vera e pura, all'amore tra un'umana e la sua cagnolina e al piacere di condividere con gli altri ciò che si ha. I disegni sono adorabili così come la storia che non può non essere apprezzata.

Nessun commento:

Posta un commento